Tecarterapia

La Tecarterapia è un moderno trattamento fisioterapico elettromedicale, utilizzato prevalentemente ma non esclusivamente nella cura di patologie infiammatorie e traumi dell’apparato muscolo-scheletrico, con effetti antalgici,  biorigenerativi e riduzione importante dei tempi di guarigione. Iprincipi di funzionamento sono antichi, risalendo al  medico e fisico francese Jacques Arsène d’Arsonval, nel 1890. Successivamente  diversi studiosi realizzarono progetti simili: fra questi il medico inglese William Beaumont, che nel 1939 lavorò alla industrializzazione del primo strumento elettromedicale. Beaumont coniò in proposito il termine “diatermia” (dal greco: “calore attraverso”). Il termine TECAR risale al 1995 quale acronimo di (Transfer Energy Capacitive And Resistive). Inizialmente riservata a sportivi infortunati, oggi la Tecarterapia risulta utile a tantissime categorie di pazienti affetti da artrite, artrosi e disturbi tipici dell’età avanzata. La Tecarterapia è in pratica una termoterapia endogena, con la peculiarità che lo strumento stimola la produzione di calore da parte del paziente. Oggetto di studi anche al di fuori del campo strattamente ortopedico, la Tecarterapia, di cui esistono molte strumentazioni, non tutte di pari efficacia, viene considerata promettente anche nel trattamento di psoriasi e psoriasi artropatica, per applicazione in area epatica, attraverso meccanismi indiretti ancora da indagare ma con un’evidenza di risultati fin dalle prime applicazioni, che si consolidano nel tempo, soprattutto se accompagnate da Terapia Complementare Enzimatica. Allo studio anche la sinergia di utilizzo sequenziale di Tecarterapia e Ioniterapia tissutale localizzata.

Vuoi più informazioni?
Contattaci