Dolore neuropatico

Il dolore neuropatico (“nevralgia”) ,è una forma cronica di dolore conseguente a deterioramento e malfunzionamento dei nervi del Sistema Nervoso Periferico (neuropatia periferica, ad es. del nervo trigemino) o di strutture del Sistema Nervoso Centrale (dolore neuropatico centrale). Le cause di questa condizione sono le più varie: compressione nervosa, malattie infettive (in particolare da Herpes Zoster, “Fuoco di S. Antonio”), diabete (neuropatia diabetica) e Sclerosi Multipla. Il dolore neuropatico va distinto dal “dolore nocicettivo” (sensazione dolorosa che si prova a seguito di una noxa quale una ferita, una bruciatura, un trauma) in cui lo stimolo doloroso parte da recettori specifici che inviano messaggi dalla periferia al sistema nervoso centrale, informando di qualcosa di anormale e pericoloso per l’organismo. Ladiagnosi si basa su un esame obiettivo, sulla valutazione neurologica, ematologica ed elettromiografica.In casi particolari (sospetto di un tumore) TC (Tomografia Computerizzata) e RM (Risonanza Magnetica) completano il quadro. La terapia è causale (trattamento dei fattori scatenanti) e sintomatica (anche se spesso i comuni farmaci antalgici sono scarsamente efficaci). Spesso si utilizzano antidepressivi e famaci neurologici e, del tutto recentemente, la Terapia Complementare Enzimatica (TCE) a base di substrati ottenuti per conversione enzimatica sequenziale, in grado di intervenire sulle anomalie enzimatiche che sostengono la patologia. Fra i trattamenti fisici adeguate manovre osteopatiche e la TENS vengono utilizzate con successo, così come la Ioniterapia tissutale localizzata. La Fisioterapia è utile soprattutto per mantenere e rinforzare il tono muscolare, azione necessaria specie quando il paziente è ipomobile, a causa del dolore.

Vuoi più informazioni?
Contattaci